Concorso d'arte
La Signora delle Stelle

Edizione speciale
a 100 anni dalla nascita di Margherita Hack

Iscriviti alla mostra

Compila il modulo per partecipare con le tue opere (pittura, poesia, fotografia, scultura) al Concorso La Signora delle Stelle, che si terrà a Trieste, nei luoghi vissuti dalla grande astrofisica.

Il contributo per l'Associazione (solo se selezionati) è di euro 290,00




1 opera / poesie
2 opere / poesie
3 opere / poesie
4 opere / poesie
5 opere / poesie
più di 5 opere / poesie

Per poter inviare il modulo devi ACCETTARE la clausole seguenti, facendo CLIC sul quadratino qui sotto

Perché partecipare al
Concorso La Signora delle Stelle?

In palio per i vincitori un totale di 20.000 euro
in servizi per la realizzazione di prestigiose mostre

Dalla pittura alla scultura, dalla grafica alla fotografia, i lavori potranno essere ritratti, paesaggi, opere astratte e tutto ciò che secondo la sensibilità degli artisti potrà ricordare e celebrare l’indimenticata e indimenticabile Signora delle Stelle.

I servizi offerti agli artisti partecipanti

  1. Esposizione di Sua opera (dipinti max. cm 100x100, sculture max.10 kg x h cm 100) per valorizzare la Sua arte e darLe la dovuta visibilità;
  2. Pubblicazione del Suo nome e opera nel catalogo ufficiale della Mostra;
  3. Una copia omaggio del catalogo;
  4. Attestato di selezione personalizzato in carta pergamenata, firmato dai membri del Comitato, spedito via mail, pronto per essere incorniciato;
  5. Possibilità di vendita della Sua opera grazie alla rilevanza di una location prestigiosa;
  6. Esposizione della Sua biografia per far conoscere la Sua arte e la Sua storia al pubblico;
  7. Possibile partecipazione di personalità dell’Arte, della cultura e della Tv all’evento inaugurale;
  8. Articoli riguardanti la Mostra su vari siti web d’informazione con anche il Suo nome;
  9. Possibili foto della Sua opera con varie personalità del mondo dell’Arte presenti all’evento;
  10. Fotografo professionista per l’inaugurazione;
  11. Pubblicazione delle foto ed eventuali video nella pagina Facebook ufficiale di Milano Art Gallery;
  12. Il Comitato selezionerà 5 artisti che rispettivamente vinceranno i seguenti premi:
    • 1º premio - Mostra presso la "Milano Art Gallery" via G. Alessi n. 11 a Milano, della durata di due settimane, con l'esposizione di n. 5 opere
    • 2º premio - Mostra presso la "Milano Art Gallery" via G. Alessi n. 11 a Milano, della durata di due settimane, con l'esposizione di n. 4 opere
    • 3º premio - Mostra presso la "Milano Art Gallery" via G. Alessi n. 11 a Milano, della durata di due settimane, con l'esposizione di n. 3 opere
    • 4º premio - Mostra presso la "Milano Art Gallery" via G. Alessi n. 11 a Milano, della durata di due settimane, con l'esposizione di n. 2 opere
    • 5º premio - Mostra presso la "Milano Art Gallery" via G. Alessi n. 11 a Milano, della durata di due settimane, con l'esposizione di n. 1 opera
    • Premio speciale “Margherita” - Conferimento della pregiata targa di riconoscimento per i suoi meriti artistici
    • Premio speciale “Sgarbi” - Conferimento della pregiata targa di riconoscimento per i suoi meriti creativi

Iscriviti subito alla mostra!

Nel corso della sua vita Margherita Hack ha ricevuto diversi premi, onorificenze e riconoscimenti per la sua attività scientifica e di ricerca. Tra questi, quello forse più originale e curioso, le è stato assegnato nel 1995 quando Andrea Boattini e Luciano Tesi – dell’Osservatorio astronomico di San Marcello Pistoiese – hanno scoperto un asteroide tra le orbite di Marte e Giove che è stato denominato “8558 Hack” dall’Unione Astronomica Internazionale.

Una breve biografia

Nata a Firenze il 12 giugno 1922

Margherita Hack è stata una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. Il suo nome è legato a doppio filo alla scienza astrofisica mondiale.

Prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, ha svolto un’importante attività di divulgazione e ha dato un considerevole contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Compì studi classici presso il liceo Galileo Galilei di Firenze, senza però poter sostenere l’esame di maturità, a causa dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1945 si laureò in fisica all’Università di Firenze

conseguendo il massimo dei voti, con una tesi sulle Cefeidi, una classe di stelle variabili, realizzata presso l’Osservatorio astronomico di Arcetri, allora diretto dallo scienziato Giorgio Abetti, che fu per lei importante figura di riferimento e modello.

In gioventù praticò con successo l’atletica leggera. Fu campionessa di salto in alto e di salto in lungo ai Littoriali, nome dato ai campionati universitari durante il regime fascista.

Il 19 febbraio 1944

sposò Aldo De Rosa, al quale rimase legata per tutta la vita.

Dal 1964 al 1992

occupò la cattedra di professore ordinario di astronomia all’Università di Trieste, assumendo l’incarico della direzione dell’Osservatorio astronomico, e portandolo a rinomanza internazionale.

Membro delle più prestigiose società fisiche ed astronomiche, diresse il Dipartimento di Astronomia dell’Università di Trieste dal 1985 al 1991 e dal 1994 al 1997.

Componente dell’Accademia Nazionale dei Lincei e dei gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA, collaborò con numerosi osservatori astronomici internazionali, americani ed europei.

In Italia, si dedicò con successo all’espansione dei progetti di attività satellitare, contribuendo a far raggiungere al nostro Paese risultati e successi a livello internazionale.

1978

Nel tempo lavorò con numerosi giornali specializzati, fondando nel 1978 la rivista “L’Astronomia” di cui rimase direttore per tutta la vita.

In seguito, diresse insieme a Corrado Lamberti il periodico di divulgazione scientifica e di cultura astronomica “Le Stelle”. Numerose le pubblicazioni su accreditati magazine internazionali e numerosi i libri divulgativi e di studio.

Margherita Hack si è spenta a Trieste il 29 giugno 2013 all’età di 91 anni.

Hanno detto di Margherita Hack

La Hack è un esempio di onestà intellettuale e di forte impegno per la più civile delle battaglie culturali: scienza senza segreti né frontiere.

Ha sempre agito in maniera limpida, semplice, sincera e spontanea. Si è sempre prodigata per il bene comune, per il bene dell'Umanità, con un animo schietto e autentico.

Ringrazio la straordinaria Margherita per il bagaglio di sapere e conoscenza, che ha lasciato in eredità a noi e alle generazioni future.

Resterà sempre indelebile il ricordo della Signora,eccellente e carismatica divulgatrice, che faceva brillare e accendeva le stelle del firmamento.

La ricordo come una mente libera. Riusciva a muovere e spostare il pensiero in una visione più ampia e allargata, in cui far convergere certezze e dubbi.

Una Signora della scienza dalla capacità stellare di rendere terrene grandi visioni universali ad uso del grande o piccolo pensiero del quotidiano. Indimenticabile!

Foto di Margherita Hack

Alcune foto che ritraggono Margherita Hack nei più importanti momenti della sua vita